studenti programmi di studio ammissioni international bandi e concorsi contatti sostieni il conservatorio
Percorso: Home » News - Conferenza Johannes Matthias Sperger

News
Conferenza Johannes Matthias Sperger

con la partecipazione dei docenti: Claudio Bortolamai, Igino Semprebon, Annalisa Petrella

lunedì 2 maggio 2016, ore 16.30

Auditorium Nuovo Montemezzi 

 

Concerto
Sonata n.3 in Re maggiore “La Venexiana” per Contrabbasso e Viola
Allegro Moderato, Adagio, Rondò
Prof. Claudio Bortolamai, Contrabbasso - Prof. Igino Semprebon, Viola

Johannes Matthias Sperger (1750- 1812)
Nacque a Feldsberg  Bassa Austria, residenza dei Principi di Liechtenstein da sempre grandi cultori delle arti e della musica e sede di un importante Monastero Francescano dotato di una scuola di Canto e una sua orchestra. In questo ambiente  Sperger ebbe la prima formazione musicale. Nel 1767 si trasferisce  a Vienna, dove fu allievo del  famoso  contrabbassista Pichelberger, per il quale Mozart scrisse l’Aria “Per questa bella mano” e di Albrechtsberger per la composizione. Nel 1777 diventa membro della Cappella del Principe Joseph von Batthyàni  a Pressburg (ora Bratislava) con il titolo di Virtuoso al Contrabbasso. Dal 1783 al 1786 Sperger prestò servizio  presso la cappella di corte del conte Ludwig von Erdody a Kohfidisch fino alla sua chiusura e successivamente, dal 1786 al 1789, intraprese una serie di concerti nel tentativo  di ottenere un altro  impiego  presso qualche orchestra di corte.  All'inizio del 1788 si esibì  varie volte e con gran successo a Berlino alla Corte di  Re Frederich Wilhelm I di Prussia, buon musicista e apprezzato suonatore di Violoncello. In questa occasione  Sperger dona al Sovrano alcune Sinfonie tra le quali una “Cello - Sinfonie”  e una Sinfonia Concertante per Flauto, Viola e Violoncello (originale per Contrabbasso). Le  sue composizioni  erano così apprezzate a Corte che qualche anno dopo, nel 1793, fù incaricato  di scrivere 2 Sinfonie per i matrimoni  del principe ereditario Friederich Wilhelm  von Preussen e del fratello F. Ludwig.
Nel  Maggio 1789 al ritorno da  un viaggio di lavoro in Italia dove fu ingaggiato alla corte di Modena, Mantova, Parma e Trieste, trovò   un decreto d'assunzione come Musico di Corte al servizio della Cappella musicale  del Principe  Friederich Franz  I° di  Mecklenburg a Ludwigslust dove rimase fino alla morte avvenuta nel 1812.
Tra il 1765 e il 1810 scrisse 53 lavori per Solo contrabbasso nello stile del Classicismo Viennese tra i quali 18 concerti per Contrabbasso, concerti per Corno, Tromba, Fagotto, Viola, 45 Sinfonie, musica da camera nelle più diverse formazioni, Arie da camera e Musica Sacra.  Grazie al suo archivio personale, oggi custodito nella Landesbibliothek Schwerin,  noi oggi conosciamo  i più importanti lavori della letteratura solistica per contrabbasso di Dittersdorf, Vanhal, Hoffmeister, Pichl e Zimmerman. J.M. Sperger  godeva di una così alta considerazione tra i suoi contemporanei che  alla sua morte  fu eseguito il Requiem di W. A. Mozart in suo onore. Nell’ambito del Classicismo Viennese lo stile compositivo di Sperger si riconosce dalla trasparenza dell’orchestrazione, per la varietà creativa e per la genialità dell’intuizione melodica.

Claudio Bortolamai-Contrabbasso
Nato nel 1956. Ha studiato con il Prof. Angelo Soliman presso il Conservatorio di musica di Verona diplomandosi brillantemente nel 1980. Perfezionamento con il Prof. Guenter Klaus alla Hochschule fuer Musik di Francoforte sul Meno diplomandosi con merito nel 1984. Ha seguito corsi di perfezionamento con i Maestri F.Petracchi e Ludwig Streicher. Ha fatto parte dell’orchestra dell’Arena di Verona, poi è stato primo contrabbasso presso l’Opera Royal de Wallonie di Liegi,  l’Orchestra del Teatro “La Fenice” di Venezia, l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto e l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, Orchestra Toscanini di Parma. Da anni è impegnato nello studio e nella divulgazione della letteratura solistica per contrabbasso nel periodo del Classicismo Viennese e nella valorizzazione di quel genere musicale brillante  che va sotto il nome di Divertimenti, Serenate e Cassazioni,  dove  spesso il Contrabbasso svolge un ruolo concertante ed obbligato. A questo scopo  ha pubblicato recentemente tre cd con  composizioni  molto interessanti ma sconosciute al grande pubblico  di Leopold Mozart, Michael Haydn e J.B.Vanhal. E’ titolare della cattedra di Contrabbasso presso il Conservatorio di Musica di Verona. Dal 2014 membro della Società di Studi e Ricerca Musicale “Internationalen J.M. Sperger Gesellschaft” di Berlino. Ha registrato lavori per Solo Contrabbasso con le case editrici Nuova Era, Sipario e CD Star. 

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

 


ALLEGATO: locandina