studenti programmi di studio ammissioni international bandi e concorsi contatti sostieni il conservatorio
Percorso: Home » News - Mostra Bozzi

News
Mostra Bozzi
Il 12.05.2011

TRIBUTE TO Creativity * Arte Programmata * Massironi * Bozzi

Verona 12 - 13 maggio 2011
Conservatorio Dall'Abaco di Verona

CONGRESSO ARTE ESATTA EMOZIONI ESATTE
CONGRESSO INTEROSSERVAZIONI SUGLI STRUMENTI AD ARCO
MOSTRA TRIBUTE TO MANFREDO MASSIRONI
MOSTRA TRIBUTE TO ARTE PROGRAMMATA
CONCERTO TRIBUTE TO PAOLO BOZZI

Chiesa di San Giorgetto
Accademia di Belle Arti Cignaroli di Verona
Auditorium Nuovo Montemezzi

THE PROJECT : TRIBUTE TO CREATIVITY - ARTE PROGRAMMATA - MASSIRONI - BOZZI
a cura di Luisa Zecchinelli

Questo progetto vuole celebrare le figure di Bozzi e Massironi per i loro contributi nel mondo della ricerca scientifica e artistica: Bozzi scienziato e ricercatore nell'ambito della percezione visiva e musicale, violinista e compositore, allievo e biografo di Rodolfo Lipizer; Massironi per il suo contributo alla ricerca nelle arti visive come promotore e artefice primo dell'esperienza dell'arte cinetica/esatta. Entrambi Maestri della Psicologia Italiana, hanno aggregato attorno a loro, per molti anni all'Università di Verona presso il Dipartimento di Psicologia, un gruppo di ricercatori provenienti da diverse università italiane e afferenti a varie aree delle Scienze Cognitive, per discutere di psicologia della percezione, arti visive e musica, nel cui contesto sono nate ricerche pubblicate in libri e riviste nazionali e internazionali e sono stati fondati centri di ricerca come l'EPHPlab ed il CTAO.
La mostra antologica delle opere visuali di Manfredo Massironi (1937) è l'omaggio che il Comune di Verona dedica ad un artista che negli anni ha saputo coniugare operatività artistica e ricerca scientifica. Il concerto con le musiche di Paolo Bozzi (1930-2003) è l'omaggio che il Conservatorio di Verona dedica ad un musicista (in ricordo anche dei Seminari di Musica & Psicologia qui svolti negli anni 1999-2000), che alla riflessione sul campo acustico ha rivolto molti dei suoi studi accademici.
Gli eventi proposti, I CONGRESSI / LE MOSTRE / IL CONCERTO, sviluppano il tema della ricerca nell'arte visiva (arte programmata e cinetica di cui l'Italia è il capofila con i gruppi N, T, 0) e nella musica secondo il paradigma della Psicologia della Gestalt, modello profondamente connesso alla psicologia della percezione secondo la tradizione triestina, padovana, veronese, che unisce ricerca di base e ricerca artistica in una prospettiva teorica fenomenologico-sperimentale.
Il lavoro di coordinamento complesso, promosso dal Conservatorio "E.F.Dall'Abaco", dall'Università di Verona (con il supporto del "Ephplab" e della "Society for Gestalt Theory and its Applications") e dall' Accademia "Cignaroli", vede impegnati con un programma intenso anche gli studenti dei vari Istituti, con un'inedita collaborazione sui medesimi contenuti, in una sorta di visione del medesimo oggetto da angolature e prospettive diverse.
L'unione dei tre Istituti in un comune progetto di valenza europea, capace di generare sinergie ed eccellenze nelle attività di ricerca, mostra come l'Ateneo veronese e il tessuto culturale della Città possono contribuire, insieme, a sviluppare ulteriori eventi tesi a sottolineare la vocazione di una città d'arte, se solo le risorse accademiche venissero recuperate e fruite dal proprio territorio.

Coordinamento scientifico:
Ugo Savardi, Università di Verona
Luisa Zecchinelli, Conservatorio Dall'Abaco Verona
Francesco Ronzon, Accademia Belle Arti Cignaroli Verona