corsi calendario accademico docenti erasmus ammissioni bandi, servizi ed opportunità modulistica
Percorso: Home » Studiare in conservatorio - Docenti - Bresciani Vittorio

Docente
Bresciani Vittorio

 

sito web: www.vittoriobresciani.it

indirizzo istituzionale: vittorio.bresciani@conservatorioverona.it

indirizzo professionale: info@vittoriobresciani.it

Curriculum (italiano)

Curriculum (english version)


Pianista e direttore d’orchestra ("Uno dei migliori specialisti lisztiani del nostro Paese." Amadeus), allievo di Vincenzo Vitale, Michele Campanella, Nikita Magaloff e Andrej Jasinsky, di Donato Renzetti per la Direzione d'Orchestra e, per la Composizione, di Gino Marinuzzi jr, Vittorio Bresciani si è affermato giovanissimo sulla scena internazionale con il 2° premio al Concorso Internazionale Franz Liszt di Parma. Da allora si è esibito per le più importanti istituzioni concertistiche e festival in Italia (Teatro alla Scala di Milano, Ravenna Festival, Sala Verdi di Milano, Festival Internazionale di Brescia e Bergamo, Teatro Bellini di Catania, Teatro San Carlo di Napoli, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Settembre Musica di Torino, Arena di Verona, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Festival delle Nazioni di Città di Castello, Sagra Musicale Umbra di Perugia, Festival di Ravello, ecc.), in tutta Europa (Kunstfest di Weimar, Ljubljana International Festival, Concertgebouw di Amsterdam, Budapest Liszt Festival, Musikhalle di Amburgo ecc.), negli Stati Uniti (Kennedy Center di Washington) e Canada, in Russia (Conservatory Great Hall e Cajkovskji Hall di Mosca), Ucraina (Kiev Philharmonie), Cina (Shenyang International Festival of Music, Beijing Concert Hall) e in vari teatri nazionali dell'America Latina (Teatro Avenida di Buenos Aires). Ha inoltre partecipato a numerosi Festival Internazionali della American Liszt Society e si è esibito nella storica Haus Wahnfried di Bayreuth per la Richard Wagner Verband, su un pianoforte Steinway del 1876 che appartenne a Wagner e che fu frequentemente suonato da Liszt. Con il pianista Francesco Nicolosi ha inoltre fondato il Franz Liszt Piano Duo, allo scopo di promuovere il repertorio orchestrale di Liszt attraverso le versioni originali per due pianoforti, in particolare le due monumentali sinfonie “Faust” e “Dante”. I due pianisti si sono esibiti con molto successo in questa formazione per vari tra i più importanti festival in Italia, Germania, Ungheria, USA e Argentina. Dal 2002 Bresciani ha affiancato con crescente intensità l’attività direttoriale a quella pianistica, collaborando con varie tra le più prestigiose compagini dell’Est europeo (Moscow Symphony Orchestra, New Russia State Symphony Orchestra, Moscow State Radio & TV Symphony Orchestra, Kiev National Symphony Orchestra, Timisoara Philharmonic Orchestra, Skopje Philharmonic Orchestra, St. Petersburg Radio & TV Symphony Orchestra, Sofia Philharmonic Orchestra, Belgrade Philharmonic Orchestra, Mexico Estate Symphony Orchestra, Ostrava Philharmonic Orchestra ecc.) e con numerose orchestre italiane (Orchestra della Fondazione Arena di Verona, Orchestra Scarlatti di Napoli, Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra Filarmonia Veneta di Treviso, Orchestra Sinfonica di Sanremo, ecc.) in programmi prevalentemente basati sul repertorio orchestrale romantico di Liszt, Wagner, Cajkowskij e sui Concerti per pianoforte di Liszt eseguiti nella doppia veste di solista e direttore. I suoi ultimi progetti hanno compreso anche il ciclo integrale dei Poemi sinfonici e dei Concerti di Liszt con l'Orchestra della Fondazione Arena di Verona e l'esecuzione del Concerto per la mano sinistra di Ravel come pianista e direttore con la Budapest Mav Symphony Orchestra per il Settembre dell'Accademia Filarmonica di Verona. Di recente pubblicazione, per l’etichetta Naxos, è la prima registrazione mondiale della “Dante-Symphonie” di Liszt nella versione originale per due pianoforti, in collaborazione con il celebre Coro di Voci Bianche della Radio Ungherese di Budapest, e la “Faust-Symphonie” per due pianoforti e coro maschile, ancora per Naxos, con il Kammerchor di Weimar. La sua discografia comprende anche una precedente incisione della “Faust-Symphonie” di Liszt per Nuova Era, e tre monografie dedicate al repertorio virtuosistico lisztiano per l’etichetta Dynamic: “Schubert Song Transcriptions, Mozart and Rossini Paraphrases, Weimar Works”. Ha partecipato alla registrazione integrale degli Studi op. 740 di C. Czerny, edita da Musikstrasse. Le sue incisioni sono distribuite in Europa, Stati Uniti, Australia, Giappone e vari altri paesi asiatici. Tra i suoi migliori successi, vi anche è la creazione dello spettacolo multimediale basato sulla “Dante- Symphonie” di Liszt, al quale si è dedicato dal 2001 in poi parallelamente alla regolare attività concertistica. Ideatore del progetto oltre che curatore della regia, Bresciani ha studiato le relazioni tra la “Divina Commedia”, le celebri illustrazioni di Gustave Doré e la musica di Liszt, creando una partitura di parola, suono e immagine che attualizza il poema di Dante e lo avvicina alla sensibilità del grande pubblico di oggi attraverso la moderna tecnologia della videoproiezione e della grafica computer. Il progetto, inaugurato nel 2002 al Ravenna Festival, è stato da allora rappresentato presso numerosi tra i più importanti teatri e festival italiani ed esteri, tra cui il recente concerto nel prestigioso International Performing Arts Center di Mosca, dove Bresciani ha diretto l'allestimento completo di “Dantexperience” con la Bolshoi Cajkovskij Symphony Orchestra e la celebre attrice russa Alla Demidova. Sullo stesso palcoscenico moscovita Bresciani ha poi debuttato, a distanza di pochi mesi, il suo nuovo progetto multimediale basato sulla “Faust-Symphonie” di Liszt, con testi da Goethe e proiezioni di scene tratte dal film “Faust” di W. Murnau.