organi statuto biblioteca contatti
Conservatorio Casa Boggian Eps Biblioteca Contatti Normative Sostenere Il Conservatorio Old 2014-04-09 Premessa Epistemologica Musicoterapia Strutturedidattiche Istituzioni Consorziate Leggi Verona Opera Academy Offertaformativa Tasse Esami Segreteriadidattica Sedi Trasparenza Old Sede Centrale Aula Spezzaferri Aula Multimediale Premiericonoscimenti Regolamenti Sale Da Concerto Aula Begal Aula Zardini Almalaurea Personale Servizi Altre Opportunita Testo Per Pagina Modulistica Finalità Centro Documentazione Video Conservatorio2 Contratti Pubblici Conservatorio In Breve2 Conservatorio In Breve Filomena-amicarelli Assenze Personale Dipendente Codice Disciplinare Relazioni Sindacali Pagamenti Collaborazioni Esterne Pubblicazione Informazioni Contratti Pubblici Sostenere3 Codice Disciplinare Personale Docente E Tecnico Sostenere Il Conservatorio Bilanci E Rendiconti Diplomasupplement Corsi Liberi 2014 15 Organi-trasparenza Altricontenuti-trasparenza Direttore-trasparenza Presidente - Trasparenza Componenti Consiglio Di Amministrazione MIUR - Trasparenza Cookie Policy Trasparenza Cataloghi Periodici Risorse Elettroniche Motori Ricerca Servizi Normativa Diritto Autore Patrimonio Dizionari Enciclopedie Banche Dati Biblioteche Digitali Online Premipropedeutica
Percorso: Home » Conservatorio - Casa boggian

Casa Boggian
Palazzo Boggian, in stradone San Fermo, tra gli anni Trenta e Sessanta del Novecento fu sede di un celebre salotto culturale veronese. I padroni di casa Umberto e Clara Boggian erano soliti offrire ai loro ospiti serate letterarie e musicali d'alto livello, alle quali invitavano alcuni dei più grandi concertisti d'allora: da Arthur Rubinstein a Nicanor Zabaleta, Andrés Segovia, Arturo Benedetti Michelangeli, Nikita Magaloff, Gaspar Cassadò, Joseph Szigeti e molti altri.

Alla sua morte nel 1964 Clara Boggian volle lasciare la propria casa alla città, legandola però a perpetuo uso delle attività didattiche, musicali e culturali dell'allora Liceo Musicale "Dall'Abaco". La sede succursale di Casa Boggian, conservata intatta nell'elegante impronta Liberty data anche agli interni del palazzo dal restauro realizzato nel 1928 dall'architetto Ettore Fagiuoli, rimane oggi per il Conservatorio un prestigioso spazio di rappresentanza, utilizzato come sede didattica, in particolare per il Dipartimento di musica antica, e per attività concertistiche, conferenze, seminari di studio.